Condividi

Le Fibre Alimentari

Che cosa sono le fibre e quante devi assumerne

A cosa servono le fibre

Le fibre alimentari sono sostanze indigeribili provenienti soprattutto dagli alimenti vegetali (frutta, verdura, cereali integrali e legumi). La lavorazione industriale, ad esempio la raffinazione delle farine utilizzate per la preparazione dei prodotti da forno, sottrae fibre agli alimenti.

Un adeguato consumo di cibi ricchi di fibre è molto importante, poiché aiuta a combattere la stitichezza e a prevenire emorroidi e diverticolosi. Queste sostanze e gli alimenti che le contengono sono efficaci anche nella prevenzione del cancro del colon e di alcune malattie metaboliche, come diabete e ipercolesterolemia.

Infine, non va sottovalutato l'effetto saziante, dal momento che queste sostanze, rigonfiandosi, aumentano il senso di pienezza gastrica. Gli alimenti ricchi in fibre sono quindi un punto cardine di molte diete dimagranti.

Chiedi ora il campione gratuito

banner campione gratuito

Quante fibre devi assumere

I livelli di assunzione della fibra alimentare nella popolazione italiana sono in media di 21 g/die (di cui circa 1/3 solubile) con variazioni che vanno dai 18 g/die delle regioni settentrionali ai 22 g/die delle regioni centro-meridionali. Il livello di assunzione ideale di fibra alimentare non è stato definito, ma è ormai accettato che la fibra deve essere parte di una dieta sana.

Un apporto di fibra nella dieta tra i 20 e i 35 g/die è raccomandato anche dall'American Dietetic Association (ADA). Il valore minimo definisce il limite inferiore per l'esplicarsi degli effetti benefici della fibra sulla funzione intestinale, il valore massimo rappresenta invece un limite di sicurezza per evitare i potenziali effetti negativi della fibra sul bilancio minerale.

Come riportato anche nei LARN (Livelli di Assunzione Raccomandati di Nutrienti), tale range non va applicato ai gruppi di popolazione di età estrema (bambini, anziani) e a persone a diete speciali (es i diabetici).

Inoltre, l'aumento del consumo di fibra dovrebbe essere graduale nel tempo e derivare da un più elevato consumo di alimenti ricchi di fibra (cereali, legumi, verdura e frutta). La raccomandazione di "mangiare alimenti con quantità adeguate di amido e fibra" data nelle "Linee Guida per una sana alimentazione" sembra ragionevole e può essere messa in atto scegliendo alimenti il più possibile variati.



Dott.ssa Sara Cordara, nutrizionista specialista in scienza dell'alimentazione.


Ortis non fornisce consulenza scientifica, medica o sanitaria. Le informazioni che trovi su questo sito non costituiscono pareri professionali e non possono sostituire il consulto medico. Ti invitiamo perciò a rivolgerti esclusivamente al tuo medico per diagnosi e/o terapie.

Chiedi ora il campione gratuito

banner campione gratuito